CONSIGLI assicurativi:

 

Domanda: Assicurarsi contro la grandine è utile ?

 

SI, SI e ancora SI.

Ovviamente potreste evitare la grandine per tutta la vita, ma il rischio non vale la spesa: 

assicurarsi spendendo qualche centinaio di €uro oppure rischiare di far fronte a un esborso economico molto alto?

 

  • media Assicurazione grandine per 10 anni 100* x 10 = 1.000€ *

  • statistica danno medio per auto 1.600€*

  • media di un danno Grave dai 4.000 ai 10.000*

                                                                                                                           *prezzi relativi a periodo, modello, riparatore, ecc..."

 

anche prendendo una lieve grandinata si super la spesa di 10 anni di assicurazione, quindi secondo tutti i nostri calcoli non vale la pena rischiare.

 

 

 

Domanda: Scegliere un Agenzia oppure guardo on-line?

Questo argomento è molto variabile e vasto, cercheremo di centrare i punti chiave, visti dal mondo grandine.

 

Una Agenzia è legata alla figura dell'assicuratore:

  • vi guida alla scelta del prodotto migliore

  • si prende la responsabilità della vostra polizza 

  • migliore se si ha spesso a che fare con le riparazioni

  • normalmente ha franchigie e degradi più bassi 

 

Una compagnia on-line, spesso deriva dalle assicurazioni con agenzia ma:

  • lascia fare a voi il "lavoro d'ufficio"

  • ha prezzi migliori

  • non si prende responsabilità dei dati inseriti

  • consigliata a chi non fa spesso sinistri

  • ha franchigie e degradi alti 

 

 

 

 

 

La franchigia

 

Definizione:

La franchigia è quella parte di danno che resta a carico dell'assicurato nella misura scritta a contratto.

 

Informazioni:

È predeterminata dalla compagnia assicurativa, e può ammontare ad un importo fisso o in percentuale sulla somma da risarcire.

Più è alta, più il premio assicurativo sarà basso (minor costo dell'assicurazione), ma al momento della riparazione graverà sulle vostre tasche. A volte è associata a una percentuale di "scoperto" .

esempio: franchigia 500€, scoperto 10%fino a 2500€

 

LA FRANCHIGIA E' A CARICO VOSTRO, E VA VERSATA AL RIPARATORE.

Consiglio:

La franchigia è la prima cosa da guardare, 500€ cominciano ad essere tanti, di solito una franchigia giusta si aggira intorno ai 200/250€ per avere un buon compromesso tra costo della polizza e riparazione, 100/125€ è ottimo,

0€ è ormai quasi introvabile.

 

 

 

 

il degrado

 

Definizione:

Il Degrado è una clausola molto "scomoda" per l'assicurato, non sempre è incluso nelle condizioni di contratto.

Consiste nella detrazione di una determinata percentuale sui ricambi in base allo stato d'usura dell'auto.

 

Informazioni:

Ogni compagnia utilizza un sistema di calcolo differente che deve comunque essere ben indicato e specificato nelle condizioni di polizza.

esempio:

a seguito del sinistro il veicolo necessita di riparazioni per € 1.200 di cui € 1.000 di soli ricambi.

Il valore a nuovo del veicolo è pari a € 10.000, mentre allo stato attuale vale € 5.000.

La percentuale tra valore a nuovo e valore commerciale è pari al 50% che viene applicata sull’importo dei ricambi.

Verranno pertanto liquidati complessivamente € 700 (il 50% dei 1000 € per i ricambi + 200 € manodopera).

Il resto dovrà essere pagato dall'assicurato al riparatore andando così ad aggiungersi alla franchigia

 

Consiglio:

leggere molto attentamente le condizioni di polizza e conoscere eventuali limiti del contratto assicurativo. 

Una delle soluzioni per ovviare al degrado è quella di assicurare il proprio veicolo con valore a nuovo, ovvero: l’importo assicurato è sempre pari a quello di listino maggiorato degli optional, senza nessun tipo di adeguamento del valore commerciale nel corso degli anni. Resta comunque una soluzione costosa!

Nel settore grandine può diventare determinante su danni gravi; un riparatore consapevole, nel limite del possibile, eviterà ricambi inutili, quindi il degrado non avrà nessun effetto, o verrà comunque ridotto.

 

 

 

 

valore assicurato

definizione:

Il valore assicurato coincide con il valore massimo che la compagnia assicurativa risarcirà in caso di avvenimento del sinistro, cioè del danneggiamento dell'auto.

 

Informazioni:

Questo importo viene spesso discusso tra i riparatori, chi decide il valore effettivo dell'auto?

Ogni compagnia ha la propria valutazione per il vostro veicolo, comunque la compagnia non liquiderà più di questo valore, salvo rarissimi casi legali.

Di norma questo valore non coincide mai con il valore reale ma coincide con il valore del bene rispetto al rischio al quale è esposto. 

 

 

VALORE ASSICURATO = VALORE DEL VEICOLO - RISCHIO AL QUALE E' ESPOSTO

ecco perchè in fase di stipula vi chiedono dove parcheggiate l'auto la sera, quanti km fate e chi la guida.

 

Consiglio:

Scegliete chi valuta meglio la vostra automobile, può essere fondamentale soprattutto se la vostra auto comincia ad avere qualche anno.

 

 

 

Speriamo che questi consigli vi aiutino a capire come scegliere ed evitare problemi in fase di riparazione.

 

 

 

per qualsiasi informazione in merito a grandine e assicurazione restiamo a disposizione a info@carflex.it